Giornata Mondiale dell’Acqua 2017

Il 22 marzo ricorre la Giornata Mondiale dell’Acqua (“World Water Day” in Inglese) proposto per le Nazioni Unite per aiutarci a focalizzare l’attenzione sull’importanza dell’acqua che è una risorsa limitata. Questo anno il tema è “Waste Water” (Acque reflue).

Con il termine acque reflue s’intendono tutte le acque di scarico domestiche, industriali e agricole. Le acque reflue sono davvero importanti e indispensabili per assicurare l’equilibrio degli ecosistemi.

L‘uso dell’acqua potabile per usi domestici

L’acqua potabile è una risorsa preziosa che è destinata al consumo umano per la preparazione di bevande, cibo, igiene personale, lavaggio dei piatti, lavatrice, giardino, pulizia e per altri usi domestici.

Dai dati dell’Istat “risulta che ogni italiano consuma mediamente 250 litri di acqua al giorno” e questa cifra può variare secondo la regione o del modo di vivere di ciascuno di noi.

Lo spreco dell’acqua potabile

Le classiche cassette di scarico hanno una portata da 10-15 litri d’acqua (a seconda del modello) e queste vengono completamente scaricate dopo ogni uso. L’installazione di una cassetta con doppio pulsante per lo scarico (2 litri e 4 litri) potrebbe ridurre la quantità d’acqua sprecata e aiutarci a risparmiare acqua. Basterebbe semplicemente modificare il kit o sistema di scarico interno esistente (sistema di flussaggio) oppure, sostituire la cassetta completamente.

Questa giornata ci offre l’opportunità di imparare su questo tema e le questioni legate con le acque reflue.

Il 75% dell’acqua (approssimativamente) è utilizzata per l’igiene personale, pulizia e nei sanitari. Lo scarico del wc (la principale causa d’acqua sprecata) consuma una media di 15 litri d’acqua ad ogni utilizzo e ogni persona preme il pulsante dello sciacquone una media da 5 a 7 volte ogni giorno. Significa che l’acqua potabile usata quotidianamente che viene scaricata attraverso il WC, ripresenta un 30% del consumo idrico di una casa.

Questa giornata ci offre l’opportunità di imparare su questo tema e le questioni legate con le acque reflue.

Dobbiamo gestire un investimento nel benessere degli ecosistemi e perciò, se possiamo contribuire a ridurre le quantità di acque reflue, potremmo aiutare a contribuire con gli obbiettivi del “Sustainable Development Goal on Water” (obbiettivo di sviluppo sostenibile dell’acqua). Perciò,  è necessario ridurre al minimo gli sprechi dell’acqua e implementare metodi per ridurre gli sprechi dell’acqua domestica.

tap leaking

Soluzioni Semplici per Risparmiare Acqua

Ci esistono semplici dispositivi di risparmio idrico che possono essere installati all’interno di qualsiasi miscelatore lavabo, doccia o rubinetto cucina o bidet per aiutarci ridurre la quantità di acqua sprecata.  I riduttori di portata (conosciuti anche come limitatori e aeratori) che miscelano l’aria con l’acqua. La portata dell’acqua sembra la stessa grazie a la pressione d’uscita dell’aria e acqua. Le docce con nebulizzatore sono una soluzione ideale se vogliamo sostituire la nostra doccia esistente.

Altri consigli sul risparmio domestico dell’acqua sono: riparare i tasti guasti o perdite d’acqua e chiudere il rubinetto mentre ci laviamo i denti e ci radiamo.

Se vogliamo contribuire anche a migliorare le acqua reflue possiamo contribuire a minimizzare l’inquinamento idrico per ridurre l’impatto negativo sull’ambiente e sulla nostra salute. L’acqua è uno dei principali veicoli di trasporto di numerosi inquinamenti chimici domestici (sostanze oleose e chimici) quindi, prossimo aiutare a proteggerei l’ambiente e i nostri ecosistemi con la riduzione  dell’uso di sostanze chimiche che danneggiano i nostri ecosistemi e la nostra salute.

Abbiamo creato una infografica per illustrare il ciclo idrologico della Terra:

Infografica ciclo idrologico